Il 13 e il 14 ottobre tornano le Giornate FAI d’Autunno

Il 13 e il 14 ottobre tornano le Giornate FAI d’Autunno

Per un week-end all’insegna dell’arte e della cultura, tornano il 13 e il 14 ottobre, le Giornate FAI d’Autunno. Un’occasione unica per scoprire – o riscoprire – luoghi o città spesso non accessibili o meno conosciuti al pubblico. Ben 660 luoghi e 250 città, di tutte le regioni, hanno aderito a questa campagna di promozione delle bellezze Italiane.
Valva (SA), Villa d’Ayala © FAI – – Fondo Ambiente Italiano

Itinerari tematici e aperture speciali

Le giornate d’Autunno comprendono 660 luoghi di tutte le regioni italiane e vedranno impegnati ben 3.800 volontari, la maggior parte dei quali appartenenti ai Gruppi FAI Giovani. I visitatori potranno scegliere tra 150 diversi itinerari a tema in luoghi che generalmente non sono accessibili al pubblico o luoghi poco noti – tra ville, palazzi, chiese, castelli, aree archeologiche, giardini, architetture industriali, borghi, botteghe artigiane, musei e fari. Queste Giornate sono anche a sostegno della campagna #salvalacqua promossa dal FAI e per questo motivo, alcuni percorsi avranno quest’anno come filo conduttore proprio l’elemento acqua: mulini, dighe e antichi acquedotti.

L’evento è realizzato in collaborazione con la Commissione Europea nell’ambito delle attività dedicate all’Anno europeo del patrimonio culturale 2018. Alcuni dei luoghi aperti nel week end sono stati recuperati con i finanziamenti europei.

I giovani del FAI

Protagonisti di queste Giornate sono sicuramente i giovani del FAI che lavoreranno come volontari e faranno da guide e da supporto al pubblico. E proprio a questi ragazzi con i loro 88 gruppi FAI Giovani dobbiamo dire Grazie per il supporto da loro offerto. I Giovani del FAI durente le Giornate saranno affiancati da 5mila apprendisti ciceroni. Si tratta di studenti che supportati dai loro docenti e professori, hanno aderito ad un progetto formativo di cittadinanza attiva grazie all’interessante e coinvolgente iniziativa lanciata dal FAI nel 1996 – destinata appunto agli studenti. Le Due giornate hanno il patrocinio MIBACT e sostengono la campagna “Ricordati di salvare l’Italia”, attiva fino al 31 ottobre. Ai visitatori sarà richiesto un piccolo contributo tra i due e i cinque euro, per sostenere le attività della Fondazione.

Catania, Biblioteca Ursino Recupero Foto Fabio Fortuna © FAI – Fondo Ambiente Italiano

Le aperture da non perdere sabato 13 e domenica 14 ottobre

Trai i tanti luoghi e monumenti da scoprire in occasione di questo week end, ne segnaliamo 3 in diverse regioni – sul sito del FAI si può trovare l’elenco completo dei luoghi accessibili divisi per regioni. Iniziamo con i giochi d’acqua del Parco Toeplitz a Varese,  nel Parco di Villa Toeplitz (ingresso 14:00 – 18:00; ultimo ingresso 17:30) – dove proprio l’acqua e il suo utilizzo artistico e decorativo è la protagonista del percorso. Ci spostiamo a Matera per visitare – e per lasciarci stupire –  il Complesso di S.Agostino a strapiombo sul torrente Gravina (ingresso 09:00 – 13:00 / 15:00 – 18:00; ultimo ingresso 17:30). A Catania si può visitare Villa Zingali – Tetto, accompagnati dagli apprendisti Ciceroni Liceo Artistico Statale “Emilio Greco” Catania (itinerario – Sorgiva: dalle Fonti del Benessere alle Fonti del Sapere). Buon week-end all’insegna delle bellezze storico-artistico e culturali Italiane.

Napoli, Villa di Donato – Foto Renato Esposito, controluce © FAI – Fondo Ambiente Italiano

Informazioni Utili:

Per informazioni sulle aperture si può chiamare il FAI allo 02.467615399 dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 18.00

Per vedere l’elenco completo dei Luoghi aperti in occasione delle Giornate FAI d’Autunno visitare il link ufficiale del FAI: https://www.fondoambiente.it/il-fai/grandi-campagne/giornate-fai-autunno/elenco-luoghi-giornate-fai-di-autunno-in-pdf/

Photo Credit Copertina: Valva (SA), Villa d’Ayala © FAI – Fondo Ambiente Italiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: