Il sipario di Marc Chagall realizzato per il Flauto Magico di Mozart nel 1967 sarà messo in asta (arte moderna e impressionista – 17 novembre) a New York da Bonhams. La base di partenza è di $ 250-450.000.

Il sipario di Marc Chagall: la passione per il teatro

New York – Molti grandi artisti sono rimasti affascinati dal mondo del teatro. Pablo Picasso, David Hockney e Marc Chagall sono solo alcuni Maestri che hanno progettato scenografie e costumi per le principali produzioni di opera e balletto destinati ad alcuni dei più grandi auditori e teatri del mondo. – Chagall ha fatto un ulteriore passo avanti, ovviamente, decorando il soffitto del Palais Garnier, sede del Balletto di Parigi. Un sipario disegnato, creato e dipinto da Marc Chagall per la produzione del 1967 del Metropolitan Opera del “Flauto magico” di Mozart arriva martedì 17 novembre alla vendita di arte moderna e impressionista di Bonhams a New York. Ha una stima di $ 250.000-450.000.

“I painted bright walls! I painted musicians, dancers on stage! With blue, red, yellow. Play, sing, leap!” – Marc Chagall

PROPERTY FROM THE ESTATE OF GERARD L. CAFESJIAN MARC CHAGALL (1887-1985) Stage curtain for Mozart's 'The Magic Flute' (Finale) Created with the collaboration of Volodia Odinokov casein, aniline and gold-leaf on linen 526.5 x 780 in (1337.31 x 1981.2 cm) Designed, created and painted by Marc Chagall in 1966-67; Executed and painted by Volodia Odinokov in 1967 © Bonhams
PROPERTY FROM THE ESTATE OF GERARD L. CAFESJIAN MARC CHAGALL (1887-1985) Stage curtain for Mozart’s ‘The Magic Flute’ (Finale) Created with the collaboration of Volodia Odinokov casein, aniline and gold-leaf on linen 526.5 x 780 in (1337.31 x 1981.2 cm) Designed, created and painted by Marc Chagall in 1966-67; Executed and painted by Volodia Odinokov in 1967 © Bonhams

Chagall e il Flauto magico di Mozart

Chagall (1887-1985) aveva 77 anni quando, nel settembre 1964, incontrò Rudolf Bing, direttore della Metropolitan Opera di New York a Parigi per discutere una produzione del Flauto magico di Mozart. Chagall fu incaricato di disegnare le scene e i costumi. Lavorò al progetto per tre anni, disegnando più di 120 costumi, 26 oggetti per le scenografie e 13 fondali alti 20 metri. Per garantire un’esecuzione di successo dei suoi schizzi, Chagall discuteva ogni dettaglio dei costumi e delle scenografie con il designer russo, Volodia Odinokov.

La parola a Molly Ott Ambler

Il direttore di Bonhams, Impressionist & Modern Art, USA, Molly Ott Ambler ha dichiarato: “The Magic Flute (Finale) è una brillante storia visiva e un riflesso perfetto dell’atto finale – una composizione tumultuosa di musicisti, ballerini e animali immaginari – tutti vibranti verso l’esterno in un vortice dominante di rosso con vivaci bianchi, gialli, blu e verdi. La magica vivacità della tavolozza dei colori di Chagall, intrisa di simbolismo spirituale e di ricche immagini visive, era il complemento ideale alla bellezza dell’opera di Mozart.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui