Dov’è finito il Salvator Mundi attribuito a Leonardo?

E’ la domanda del momento: dov’è finito il Salvator Mundi attribuito a Leonardo da Vinci? Dov’è finito il quadro più costoso al mondo?

On 15 November the historic sale of the Renaissance Master’s rediscovered masterpiece realised an astonishing $450,312,500, sending shockwaves around the world. It was a day that Jussi Pylkkänen, Christie’s Global President, will never forget”            from @ Christie’s

Il dipinto più caro al mondo

Il dipinto “Salvator Mundi” è stato messo in vendita dalla prestigiosa casa d’aste Christie’s nel novembre del 2017  ed è stato venduto per la incredibile cifra di $450,312,500. Un record senza precedenti. L’opera proveniva dal magnate russo Dmitri Ryobovlev, che la aveva acquistata a 127,5 milioni di dollari nel 2013. Dopo soli 4 anni, il valore dell’opera è più che triplicato – grazie anche a un restauro (molto discusso ndr) della restauratrice Dianne Modestini dell’Institute of Fine Arts della New York University che con il suo lavoro ha confermato essere mano di Leonardo. L’acquirente del Salvator Mundi e’ il principe saudita Mohammed bin Salman il dipinto avrebbe dovuto essere la punta di diamante dell’esposizione del Louvre di Abu Dhabi.

Photo Credit: @ Christie’s –  Leonardo da Vinci (1452-1519)Salvator Mundioil on panel25 7/8 x 18 in. (65.7 x 45.7 cm.)Painted circa 1500.

Le tracce si perdono

Dopo la vendita da Christie’s si sono perse le tracce del dipinto. Il New York Times ha aperto una grande inchiesta muovendosi da NY fino alla Svizzera – dove il quadro doveva essere esaminato da una società di assicurazione – ma questo non è mai accaduto. Il New York Times riporta che uno dei grandi esperti dei dipinti di Leonardo, Jacques Franck, inviò una lettera all’ufficio del presidente francese, Emmanuel Macron, sollevando dubbi sull’attribuzione – e questo è solo uno dei tanti casi di dimostrazione di dubbio sulla attribuzione dell’opera a Leonardo. Ricordiamo che è stato proprio il Louvre di Parigi a concedere il nome “Louvre” al museo di Abu Dhabi. L’ipotesi che questo sia un falso è sostenuta da molti critici esperti – forse il Salvator Mundi è sparito per non essere esposto al Louvre di Abu Dhabi visto il gran polverone sulla sua attribuzione? O semplicemente il principe Saudita se l’è tenuto? (a riguardo c’è un No Comment dell’ambasciata saudita a Washington (fonte NY Times). Di fatto nessuno sa dove si trovi oggi questo dipinto.

Per approfondimenti consigliamo la lettura dell’articolo del New York Times che potete trovare a questo link: https://www.nytimes.com/2019/03/30/arts/design/salvator-mundi-louvre-abu-dhabi.html

Photo Credit: @ Christie’s

Leonardo da Vinci (1452-1519)
Salvator Mundi
oil on panel
25 7/8 x 18 in. (65.7 x 45.7 cm.)
Painted circa 1500.

Rebecca Pedrazzi
Classe 1982, laureata in Storia e Critica dell’Arte presso l’Università degli Studi di Milano con la tesi “Il Mercato dell’Arte nel decennio 1998-2008”. Dopo la laurea viaggia in Europa e si trasferisce a Londra. Rientrata a Milano, la sua città natale, lavora come Art-Advisor e commerciale nel settore Luxory. Ha collaborato con diverse testate, online e cartacee, con articoli di approfondimento sull’arte. Dopo aver conseguito il patentino da giornalista pubblicista, fonda nel 2017 NotiziArte, website di notizie d’arte e cultura.

Lettura di un’opera: I coniugi Arnolfini di Jan van Eyck

Considerato uno dei capolavori dell'artista fiammingo, "Ritratto dei Coniugi Arnolfini" è un dipinto olio su tavola (81,80×59,40 cm), realizzato da Jan Van Eyck nel...

I bambini nell’Arte: 5 dipinti famosi da ammirare

Nella Storia dell'Arte, la rappresentazione dei bambini è sempre stato un tema molto caro per gli artisti. La loro spontaneità e naturalezza è stata...

Come il Coronavirus ha cambiato il modo di fruire l’Arte

Alcune riflessioni per indagare come l'arrivo del Coronavirus abbia cambiato - e continua a cambiare - la fruizione delle opere d'Arte. Il dibattito è...

Il manifesto del Futurismo di Filippo Tommaso Marinetti

Era il 20 febbraio 1909: il manifesto del Futurismo di Filippo Tommaso Marinetti fu pubblicato sul quotidiano francese  "Le Figaro".  Riportiamo qui sotto la traduzione...

Il cane nella storia dell’Arte. 8 opere: da Anubi a Picasso

Cani e Arte Il cane è l’animale più rappresentato nella Storia dell’Arte. La rappresentazione del migliore amico dell’uomo nell’arte ha origini antichissime: lo ritroviamo già...

Gli Artisti nei loro giardini: 3 opere d’Arte nel verde

Oggi vi proponiamo una passeggiata nel verde, alla scoperta di 3 giardini d'artista. A spasso con Kandinsky, Monet e Liebermann. I giardini privati Il giardino privato è sempre...