ARTE E MAGIA nella pittura dal Simbolismo alle Avanguardie Storiche

ARTE E MAGIA. Esoterismi nella pittura europea dal Simbolismo alle Avanguardie Storiche

Dal 29 settembre 2018 al 27 gennaio 2019, Palazzo Roverella ospiterà la mostra “ARTE E MAGIA. Esoterismi nella pittura europea dal Simbolismo alle Avanguardie Storiche“. Un percorso alla scoperta delle tematiche esoteriche nella pittura: dalle opere di Odilon Redon ai dipinti di Paul Klee. La mostra è curata da Francesco Parisi.

Una mostra tra esoterismo e simbolismo

Esoterismo, metafore figurative che attingono al mito, simbolismo e rimandi alchemici. L’esposizione mette in luce i rapporti tra le correnti esoteriche che si sono diffuse tra il 1880 e gli anni successivi al primo conflitto mondiale e la loro diretta influenza sulle arti figurative, dal movimento simbolista fino alle avanguardie storiche. Il percorso espositivo parte quindi da opere realizzate nell’Europa di fine Ottocento quando si sviluppo l’arte simbolista – dalla Francia e dal Belgio –  con i suoi maggiori protagonisti, da Arnold Böcklin a Gaetano Previati. Tra scritti e dipinti, tra oggetti ed incisioni, il visitatore è qui accompagnato alla scoperta dell’affascinante mondo esoterico in tutte le sue sfaccettature, tra mito e iconografia.

Giorgio Kienerk, Il Silenzio (pannello centrale del trittico L’enigma umano), 1900, Pavia, Musei Civici Quadreria dell’Ottocento

Il percorso della mostra

Il percorso dell’esposizione è diviso in tematiche: un percorso “iniziatico” attraverso i temi più rilevanti della pittura simbolista e del mondo della magia e alchimia. Si inizia con un invito al silenzio (sezione I, Entrata, Enigma, Invito al silenzio) per poi percorrere metaforicamente le architetture, tra templi ed are (sezione II, L’architettura esoterica: i templi e gli altari). Si procede verso l’illuminazione ossia la sezione III, Psyche, Cosmo, Aura e forme ancestrali. Non mancano soggetti come Diavoli, animali notturni demoni e streghe: dal Faust a Gustav Adolf Mossa Elle.  Molto interessanti i testi critici che troviamo nel catalogo, edito da Silvana, Jean-David Jumeau Lafond (Salone Rosa+Croce), Hana Larvovà (Praga e la Boemia magica), Robert Ansell (Gli artisti e la Golden Down), Emanuele Bardazzi (L’illustrazione e l’esoterismo tra 800 e 900), Fabio Mangone (L’architettura esoterica), Paolo Bolpagni (Musica e esoterismo), Mario Finazzi (Giacomo Balla e la teosofia), Mara Folini (Monte Verità e gli artisti mitteleuropei), Matteo Fochessati (Teosofi e antroposofi in Liguria).

Gli artisti in mostra

Tra gli artisti in esposizione troviamo: Odilon Redon, Paul Ranson, Eugene Grasset, Jean Delville, Felicien Rops, Austin Osman Spare, Paul Serusier, Alberto Martini, Carlos Schwabe, Wassily Kandinsky, Auguste Rodin, Edvard Munch, Frantisek Kupka, Giorgio Kienerk, Leonardo Bistolfi, Ferdinand Hodler, Albert Trachsel, Mikalojus Constantitnas Ciurlionis, Hugo Höppener (Fidus), Peter Behrens, Bruno Taut, Ernesto Basile, Paul Klee, Johannes Itten, Luigi Russolo, Willelm Morgner, Kazimir Malevič, Gaetano Previati, George Frederic Watts, Giacomo Balla, Piet Mondrian, Frantisek Kupka, Romolo Romani. La mostra è promossa dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Padova e Rovigo con l’Accademia dei Concordi ed il Comune di Rovigo.

Informazioni Utili

29 Settembre 2018 – 27 Gennaio 2019

Rovigo, Palazzo Roverella

Via Giuseppe Laurenti, 8, 45100 Rovigo RO

Photo Credit: Marcel Lenoir, Invocation à la Madonne d’onyx vert, Chateau de Montricoux Musée Marcel Lenoir

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: