Dal 28 gennaio al 6 febbraio 2022, Reasoned Art, start-up società benefit italiana dedicata alla cryptoarte, in collaborazione con Lava Club presenta il suo nuovo progetto negli spazi di Gluck50 a Milano.

SUI GENESIS: Digital Shaping

“SUI GENESIS: Digital Shaping” è una mostra di arte digitale che esplora il concetto di “umano”, identità e creazione. Partendo dal gioco di parole suggerito dal titolo dell’esposizione si potranno ammirare le opere di quattro artisti italiani – Hardmetacore, Joe Karava, Paola Pinna e Waarp – che ci raccontano, con la loro produzione artistica, le attuali riflessioni sul senso e sul concetto di genesis in quanto “nascita”, “creazione”, “origine” –  una rinascita 4.0 che ha le sue origini, appunto la sua Genesis, nel mondo reale ma che tocca infine l’evoluzione della modellazione digitale, quelle Digital Shaping che possiamo ammirare in mostra.

A Cyborg Manifesto: l’attualità di una visione

Nel suo scritto A Cyborg Manifesto (1985), Donna Haraway sosteneva che le tecnologie della comunicazione e le biotecnologie fossero gli strumenti principali per ricostruire i nostri corpi, insistendo sul fatto che un cyborg non può ricercare “un’identità unitaria e di conseguenza non può generare antagonistici dualismi senza fine”. Oggi – dopo quasi 40 anni dalla pubblicazione, le riflessioni contenute nel Cyborg Manifesto si ripropongono con vigore e attualità quasi premonitrici del nostro presente. Ed ecco come “SUI GENESIS: Digital Shaping” riprende e propone una visione postumana attualizzata, privata di quelle ambiguità che sussistono tra il sé e il non-sé e di quel rapporto di dominio su chiunque sia inteso come altro e diverso.

Una libertà estetica che riflette una realtà in divenire

L’essere umano non è più al centro del sistema, e questo gli permette di decidere chi e cosa diventare. La società attuale si configura in maniera sempre più fluida, consentendoci di abbandonare il modello binario che ha caratterizzato i secoli precedenti: naturale/artificiale, uomo/donna, mente/corpo, soggetto/oggetto. Le opere degli artisti in mostra si interrogano proprio sulla necessità di superare questa dicotomia in favore di una rinascita capace di affrontare una realtà in divenire, infinitamente più complessa, e ci restituiscono una visione generale sulle possibilità di sviluppo e definizione del sé attraverso la tecnologia e le sue applicazioni presenti e future.


Who’s Who

Reasoned Art

Reasoned Art è la prima startup società benefit italiana che si occupa di criptoarte, ossia di arte digitale certificata e venduta tramite l’utilizzo della tecnologia blockchain e dei token NFT. Una galleria “onlife” di criptoarte che ha l’obiettivo di unire il mondo dell’offline (mostre fisiche di arte digitale, eventi, workshop) con il mondo dell’online (piattaforma digitale di vendita, tecnologia blockchain e token NFT).

www.reasonedart.com

Lava Club

Lava Club è un team di produzioni curatoriali e galleria non-esclusiva fondata nel 2020, con lo scopo di presentare artisti digitali in spazi fisici in tutto il mondo. Lava Club crede nella forza e nel messaggio dell’artista digitale di oggi, che rappresenta il nucleo della contemporaneità, mirando ad unire il digitale e lo spazio fisico, trascendendo le gallerie convenzionali ed ampliando lo scopo di accessibilità e forme artistiche convenzionali.

www.lavaclubexperience.com


Get Lost (2021) by Waarp

Waarp

Andrea Marcias, aka Waarp, nasce e vive attualmente in Sardegna. Lavora principalmente con Cinema 4D che ha appreso da autodidatta a partire dal 2016. Il suo universo digitale raffigura mondi distopici e malinconici, dove la poetica surrealista suggerisce un racconto, una visione personale che ogni spettatore può interpretare liberamente.

Your Inner Child by Paola Pinna

Paola Pinna

Paola Pinna è un’artista digitale e 3D basata a Cagliari. Dopo aver completato i suoi studi in (MA) Fine Art Digital al Camberwell College of Arts di Londra, torna in Italia dove lavora come artista. Il suo lavoro esplora il significato dell’essere umano al giorno d’oggi, concentrandosi su diversi aspetti della relazione tra l’uomo e la tecnologia e mostrando particolare interesse per i nuovi modi di concepire la vita, la spiritualità, il metaverso e l’empowerment femminile nel progresso tecnologico.

CRY BLUE BABY by Hardmetacore

Hardmetacore

Nata a Milano nel 1996, Alessandra Vuillermin, in arte Hardmetacore, trascorre gli ultimi tre anni spostandosi tra Milano, Londra e Praga. Consegue la Laurea in Graphic Design and Art Direction presso la Nuova Accademia di Belle Arti di Milano, proseguendo i suoi studi con una seconda laurea in Future Design presso la Teesside University di Middlesbrough, in Regno Unito. Ha base a Milano.

"SUI GENESIS: Digital Shaping" - I am, You are, He is, She was by Joe Karava
I am, You are, He is, She was by Joe Karava

Joe Karava

Nato nel 1992, Guglielmo Rocco, in arte Joe Karava, è un artista 3D italiano con sede a Milano. Si è laureato in Graphic Design e Art Direction alla Nuova Accademia di Belle Arti di Milano, esplorando le possibilità creative del mondo 3D studiando diversi software e strumenti che oggi risultano fondamentali per i suoi lavori.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui