“Of all the arts, abstract painting is the most difficult. It demands that you know how to draw well, that you have a heightened sensitivity for composition and for colors, and that you be a true poet. This last is essential.”
– Wassily Kandinsky

Il 17 Novembre 2020, il bellissimo dipinto di Wassily Kandinsky (1866-1944), Einige Spitzen, sarà proposto in vendita da Bonhams, nell’asta “Impressionist & Modern Art” – New York. Riportiamo qui sotto la storia di questo straordinario dipinto, raccontata sul sito di Bonhams (tradotta in italiano).
PROPERTY FROM THE COLLECTION OF MAX A. WEITZENHOFFER, JR., OKLAHOMA WASSILY KANDINSKY (1866-1944) Einige Spitzen signed with the artist's monogram and dated '25' (lower left); signed with the artist's initials, inscribed with his handlist number, titled and dated 'LK nr 292. 1925. Einige Spitzen Quelques pointes 50 x 70' (on the reverse) oil on board 27 3/4 x 19 3/4 in (70.5 x 50.2 cm) Painted in March 1925
WASSILY KANDINSKY (1866-1944)
Einige Spitzen
signed with the artist’s monogram and dated ’25’ (lower left); signed with the artist’s initials, inscribed with his handlist number, titled and dated ‘LK nr 292. 1925. Einige Spitzen Quelques pointes 50 x 70’ (on the reverse)
oil on board
27 3/4 x 19 3/4 in (70.5 x 50.2 cm)
Painted in March 1925

Einige Spitzen

“Einige Spitzen” (“Diversi punti”, 1925) di Wassily Kandinsky è un capolavoro che racchiude gli ideali formali e filosofici dell’artista di questo periodo. Il Bauhaus è stato fondato nella primavera del 1919 dall’architetto Walter Gropius con l’obiettivo di avviare un nuovo e promettente spazio di innovazione dopo la sconfitta della Germania nella prima Guerra Mondiale. La scuola è stata fondata sul concetto radicale di dissolvere la distinzione tra le belle arti e le arti applicate. Il Bauhaus è ampiamente considerato la scuola d’arte, design e architettura più influente del XX secolo.

L’opera “Einige Spitzen” è stato dipinto nel 1925, un anno chiave di transizione quando il Bauhaus si trasferì da Weimar a Dessau. La scuola si sarebbe trasferita di nuovo a Berlino nel 1932 e chiusa definitivamente nel 1933 a causa delle pressioni delle autorità naziste. Sebbene l’istituto scolastico Bauhaus sia stato attivo per soli 14 anni, ha lasciato un segno indelebile nel Modernismo e nel percorso delle arti attraverso il XX secolo e fino ai giorni nostri. Gropius ha progettato un complesso residenziale per i maestri del Bauhaus nel nuovo campus di Dessau, e Kandinsky e sua moglie Nina hanno condiviso una casa con Klee e Schlemmer, portando a un prolifico scambio artistico e sviluppo. Durante questo periodo, Kandinsky scrisse il suo secondo manifesto teorico, Point and Line to Plane: A Contribution to the Analysis of Pictorial Elements, pubblicato dal Bauhaus nel 1926, che considerava uno sviluppo logico dei concetti presentati per la prima volta nel suo trattato On the Spiritual in Art (1912).

Il Bauhaus

Kandinsky, insieme a Paul Klee e Oskar Schlemmer, furono tra i più noti insegnanti del Bauhaus – inizio degli anni ’20. Kandinsky ha tenuto corsi di pittura murale, design, disegno analitico e teoria avanzata in vari momenti ed era conosciuto da alunni e personale per incoraggiare dibattiti e discussioni particolarmente vivi e animati durante le sue lezioni. È importante sottolineare che a Kandinsky e agli altri insegnanti del Bauhaus era richiesto di insegnare solo per cinque ore alla settimana, garantendo loro la libertà di sviluppare le loro pratiche artistiche personali. L’equilibrio tra concentrare un determinato numero di ore all’insegnamento e dedicare molto tempo alla ricerca individuale e ai progetti artistici si è rivelato una fruttuosa dinamica simbiotica che ha stimolato la crescita e l’evoluzione intellettuale. L’aula di Kandinsky era un crogiolo vitale in cui metteva alla prova ed esponeva le sue teorie sul colore e sulla forma.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui