Riapre a Milano la straordinaria mostra dedicata a Georges De La Tour

Dal 28 maggio riapre a Milano l’imperdibile mostra dedicata a Georges De La Tour. La prenotazione è obbligatoria.

Dopo un lungo periodo di chiusura, arrivano le prime riaperture delle mostre che seguono nuovi orari e (ricordiamo ancora) richiedono la prenotazione obbligatoria. Tra le mostre da non perdere segnaliamo “Georges de La Tour: l’Europa della luce” a Palazzo Reale – Milano. L’esposizione era stata aperta al pubblico il 7 febbraio scorso e subito chiusa per l’emergenza sanitaria dal 24 febbraio (e riaperta poi per una sola settimana dal 2 all’8 marzo).

Georges de La Tour (studio)
Educazione della Vergine, 1650 ca. – Olio su tela, 83,8 x 100,3 cm – The Frick Collection, New York, Stati Uniti(1593 – 1652) (Studio of) – The Education of the Virgin, c. 1650 oil on canvas, 33 in. x 39 1/2 in. (83.82 cm x 100.33 cm)
Purchased by The Frick Collection, 1948. Accession number: 1948.1.155

I 28 musei che hanno prestato 33 delle opere in mostra hanno accettato di prorogare il prestito sino al 27 settembre.

Tra i prestatori alcune delle più grandi istituzioni internazionali come la National Gallery of Art di Washington D.C., il J. Paul Getty Museum di Los Angeles, la Frick Collection di New York, il S. Francisco Fine Art Museum, il Chrysler Museum di Norfolk, la National Art Gallery di Leopoli; molte istituzioni museali regionali francesi, come il Musée des Beaux-Arts di Nantes, il Musée du Mont-du Piété di Bergues, il Musée départemental d’Art ancien et contemporain di Epinal, il Museée des Beaux-Arts di Digione, il Musée Toulouse-Lautrec di Albi, il Musée départemental Georges de La Tour di Vic-sur-Seille, oltre ad alcuni importanti musei italiani come la Galleria degli Uffizi, la Pinacoteca Vaticana, la Galleria nazionale d’Arte Antica-Palazzo Barberini

 

La mostra è promossa e prodotta dal Comune di Milano Cultura, Palazzo Reale e MondoMostre Skira, curata dalla Prof.ssa Francesca Cappelletti e da Thomas Clement Salomon, l’esposizione vanta un comitato scientifico composto da Pierre Rosenberg (già direttore del Louvre), Gail Feigenbaum (direttrice, Getty Research Institute), Annick Lemoine (direttore, Musée Cognacq-Jay).

“Le immagini di La Tour – afferma la curatrice – sono assolutamente coinvolgenti,  spingono ad aguzzare la vista per scoprire cosa si celi nelle tenebre, dove la luce della candela non riesce ad arrivare; o sono quadri che ci mostrano più di quello che vorremmo vedere – la disperazione e la miseria della vita, che giganteggia vicino a noi. Osservando i suoi quadri lo spettatore è coinvolto al pari del pittore nella stessa impresa; non riesce a distogliere lo sguardo dall’opera, fino a essere catturato dal suo autore: questo uno dei segreti del suo ascendente”.

Georges de La Tour
Giovane che soffia su un tizzone, 1640 ca.
Olio su tela, 61 × 51 cm
Musée des Beaux-Arts Digione, Francia

***************

La mostra aprirà dal giovedì alla domenica, dalle 11.00 alle 19.30 con apertura serale il giovedì sino alle 22.30 (ultimo ingresso un’ora prima).

APERTURA SPECIALE MARTEDI’ 2 GIUGNO dalle 11 alle 19:30.

La prenotazione è obbligatoria – anche per le categorie gratuite –   presso Vivaticket tel. 02 92897755 o sul sito. È possibile prenotarsi anche poco prima della visita, purché sia rispettata la capienza consentita in ciascuna fascia oraria.

Al momento non è possibile prenotare visite per gruppi o scolaresche

L’audioguida è inclusa nel biglietto in forma di app da scaricare negli store Apple e Google inserendo il titolo della mostra.

SINTESI MODALITÀ DI ACCESSO AL PALAZZO

La prenotazione è obbligatoria ed è necessario il preacquisto (la biglietteria in sede è chiusa)

Presentarsi a Palazzo Reale all’orario prenotato, sono consentiti non più di 5 minuti d’anticipo 

È necessario indossare la mascherina e sanificare le mani con le soluzioni igienizzanti presenti, per accedere ad ogni area del Palazzo.

All’ingresso verrà rilevata la temperatura corporea. Se il valore è pari o superiore a 37,5 gradi non sarà consentito l’accesso.

Prima di prenotare o raggiungere Palazzo Reale consultare tutte le regole di accesso:

https://www.palazzorealemilano.it/nuove-regole-di-accesso

 

photo Credit copertina:

Georges de La Tour

I giocatori di dadi, 1651 ca.

Olio su tela, 95,5 x 130,5 cm

Preston Park Museum and Grounds Stockton-on-Tees, Regno Unito

I capolavori del Surrealismo in mostra: da Magritte a Duchamp

Dall'11 ottobre 2018 al 17 febbraio 2019, circa 150 opere provenienti dal Centre Pompidou di Parigi saranno esposte nelle sale del Palazzo Blu di Pisa per la...

Le nuove Candidature all’UNESCO: la Cappella degli Scrovegni e Padova Urbs Picta

E' stato presentato il progetto "Padova Urbs Picta" all'UNESCO per entrare nella ambitissima World Heritage List. Il circuito “Padova Urbs Picta” comprende la Cappella degli Scrovegni e altri...

Il nome della Rosa: la serie tv in Onda su Rai1

"Il Nome della Rosa", il Bestseller di Umberto Eco del 1980, diventa una Serie tv: dal 4 marzo,  in onda in TV su RAI1,...

“FUTURISMO”: I capolavori dei Futuristi in mostra a Palazzo Blu di Pisa

"FUTURISMO": Dall'11 Ottobre al 9 Febbraio 2020, il Palazzo Blu di Pisa, ospita una grande e importante mostra dedicata ai grandi Maestri del movimento Futurista:...

Gli Artisti nei loro giardini: 3 opere d’Arte nel verde

Oggi vi proponiamo una passeggiata nel verde, alla scoperta di 3 giardini d'artista. A spasso con Kandinsky, Monet e Liebermann. I giardini privati Il giardino privato è sempre...

Alphonse Mucha a Bologna: una mostra tra modernità e raffinatezza

Fino al 20 gennaio 2019, il Palazzo Pallavicini di Bologna ospita una mostra dedicata ad un grande artista dell'Art Nouveau: Alphonse Mucha. Una mostra dalle atmosfere Liberty, tra...