La “Donna alla finestra” di Caspar David Friedrich: verso l’Oltre

#Iorestoacasa con l’Arte #2

Per aiutarci a passare questa quarantena, vi proponiamo la lettura di un’opera che sia ambientata all’interno di una casa per seguire quello che oggi è diventato (purtroppo) un dovere: #iorestoacasa. L’opera che oggi vi proponiamo è un dipinto di Caspar David Friedrich, Donna alla finestra, cm. 44 x 37,  conservata alla Nationalgalerie di Berlino.

°°°°°°°

“L’unica vera sorgente dell’arte è il nostro cuore, il linguaggio di un animo infallibilmente puro. Un’opera che non sia sgorgata da questa sorgente può essere soltanto artificio. Ogni autentica opera d’arte viene concepita in un’ora santa e partorita in un’ora felice, spesso senza che lo stesso artista ne sia consapevole, per l’impulso interiore del cuore.“            Caspar David Friedrich

°°°°°°°°

Caspar David Friedrich: Donna alla finestra, cm. 44 x 37, Nationalgalerie, Staatliche Museen zu Berlin

Il bellissimo dipinto  “Donna alla finestra” è un dipinto autografo di Caspar David Friedrich realizzato nel 1822. La figura di donna al centro del quadro è Caroline, la moglie dell’artista che guarda fuori dalla finestra dello studio di Friedrich a Dresda.

La donna da le spalle allo spettatore, guarda fuori dalla finestra con vista sul fiume Elba. Si possono scorgere gli alberi delle barche e un celo azzurro. Il tema di “figure che guardano” è un leimotiv per Caspar David Friedrich. L’artista porta qui il suo lato romantico: i tratti della moglie e dello studio passano in secondo piano – ci mettiamo anche noi spettatori a guardare oltre – a sbirciare da quella finestra verso un un mondo sconfinato – un’aldilà da esplorare.

Una curiosità: questo dipinto ispirò un sonetto di Friedrich de la Motte Fouqué: “Reise Erinnerungen” realizzato nel 1823.

°°°°°°

“Chiudi i tuoi occhi corporei, così potrai vedere la tua immagine innanzitutto con gli occhi dello spirito”                              Caspar David Friedrich

Rebecca Pedrazzi
Classe 1982, laureata in Storia e Critica dell’Arte presso l’Università degli Studi di Milano con la tesi “Il Mercato dell’Arte nel decennio 1998-2008”. Dopo la laurea viaggia in Europa e si trasferisce a Londra. Rientrata a Milano, la sua città natale, lavora come Art-Advisor e commerciale nel settore Luxory. Ha collaborato con diverse testate, online e cartacee, con articoli di approfondimento sull’arte. Dopo aver conseguito il patentino da giornalista pubblicista, fonda nel 2017 NotiziArte, website di notizie d’arte e cultura.

Lettura di un’opera: I coniugi Arnolfini di Jan van Eyck

Considerato uno dei capolavori dell'artista fiammingo, "Ritratto dei Coniugi Arnolfini" è un dipinto olio su tavola (81,80×59,40 cm), realizzato da Jan Van Eyck nel...

I bambini nell’Arte: 5 dipinti famosi da ammirare

Nella Storia dell'Arte, la rappresentazione dei bambini è sempre stato un tema molto caro per gli artisti. La loro spontaneità e naturalezza è stata...

Come il Coronavirus ha cambiato il modo di fruire l’Arte

Alcune riflessioni per indagare come l'arrivo del Coronavirus abbia cambiato - e continua a cambiare - la fruizione delle opere d'Arte. Il dibattito è...

Il manifesto del Futurismo di Filippo Tommaso Marinetti

Era il 20 febbraio 1909: il manifesto del Futurismo di Filippo Tommaso Marinetti fu pubblicato sul quotidiano francese  "Le Figaro".  Riportiamo qui sotto la traduzione...

Il cane nella storia dell’Arte. 8 opere: da Anubi a Picasso

Cani e Arte Il cane è l’animale più rappresentato nella Storia dell’Arte. La rappresentazione del migliore amico dell’uomo nell’arte ha origini antichissime: lo ritroviamo già...

Gli Artisti nei loro giardini: 3 opere d’Arte nel verde

Oggi vi proponiamo una passeggiata nel verde, alla scoperta di 3 giardini d'artista. A spasso con Kandinsky, Monet e Liebermann. I giardini privati Il giardino privato è sempre...