La pioggia nell’Arte: 5 opere sotto cieli piovosi

I paesaggi autunnali e invernali, con i loro colori – da quelli caldi del foliage a quelli più cupi delle sere invernali – sono da sempre stati d’ispirazione per gli artisti. In particolare, la rappresentazione della pioggia – è un soggetto non di scontata rappresentazione in un dipinto. Per secoli il cielo è stato uno “scenario che faceva da sfondo” ai protagonisti dell’opera – fino a quando, con il romanticismo – lo stesso cielo è diventato protagonista con i suo agenti atmosferici: pioggia, sole, vento, nebbia.

John Constable, LA BAIA DI WEYMOUTH (1816 circa)

Iniziamo con un’opera di Constable, il pittore della storia naturale dei cieli, che ci porta per mano a guardare la forza della natura tradotta nei suoi dipinti. Le sue rappresentazione della natura ci portano nel mondo del romanticismo, dove incontriamo John Constable, un uomo e artista libero da canoni nella sua fase creativa che affermava appunto: “quando mi fermo a tracciare uno schizzo di un paesaggio naturale, la prima cosa che faccio è scordarmi di aver anche solo mai visto un quadro“. Fondamentale è qui lo studio dal vero: l’opera è stata dipinta durante il soggiorno nella casa dell’amico John Fisher. La tecnica usata ha delle ispirazioni dalle opere di Turner – ma quello che sorprende in questo dipinto è l’intensa drammaticità: non è un caso che il cugino di Constable fosse affondato con la sua imbarcazione proprio in questa baia.

 Pioggia, vapore e velocità, William Turner

Pioggia, vapore e velocità, William Turner – olio su tela – realizzato nel 1844 e conservato alla National Gallery di Londra

Un capolavoro di rappresentazione della pioggia sulla tela – è – a nostro avviso – questo straordinario dipinto realizzato da Turner nel 1844 oggi conservato alla National Gallery di Londra. Qui ci troviamo difronte a un’opera a metà tra il Romanticismo e lo Sturm und Drang (in italiano tempesta e impeto). Una visione suggestiva che contrappone le linee curve della pioggia a quelle dritte del treno – che si incrociano e si fondono in una suggestione sublime del tempo, della velocità; della natura e dell’artificiale. Un capolavoro da ammirare nei suoi dettagli.

Napoli via toledo, impressione di pioggia – Carlo Brancaccio

Carlo brancaccio, Napoli via toledo, impressione di pioggia, 1888-89 ca

Non solo impressionisti Francesi: invece di proporvi le opere degli impressionisti più famosi (che sappiamo essere stati maestri nella rappresentazione della natura e della pioggia) – qui vi proponiamo un impressionista italiano – meno conosciuto ma di indiscussa bravura. Ci tuffiamo nella città di Napoli di Carlo Brancaccio, in una giornata di pioggia – in una via trafficata (via Toledo) con carrozze e diversi personaggi (meravigliose le due figure di donna in primo piano). Qui ammiriamo i riflessi delle gocce d’acqua, le pennellate con contrasti cromatici che non mancano di definire anche i più piccoli dettagli.

Utagawa Hiroshige, Sudden Shower over Shin-Ōhashi bridge and Atake, 1857

Parlando di rappresentazione della pioggia nell’Arte, non potevamo non includere un dipinto giapponese. Tratto distintivo dell’arte Giapponese è la poetica della natura e l’alternarsi delle stagioni. Nell’haiku (componimento poetico) come nelle opere d’arte, la natura, con la sua ciclicità, è un rimando continuo. La pioggia in particolare (come la fioritura/primavera), è una forte e affascinante presenza nella produzione artistica del Giappone – che oltre ad essere un elemento stagionale importantissimo dell’opera – richiede in alcuni casi una sapiente capacità tecnica. In questo caso, nell’opera di Hiroshige ( trattasi di una stampa a blocchi di legno nel genere ukiyo-e) questa pioggia obliqua è realizzata con perfette incisioni nel legno: è la tecnica bokashi, attraverso la quale di possono ottenere effetti cromatici tridimensionali.

The Anniversary, Andre Kohn – Greenhouse Gallery of Fine Art

“Tuffiamoci” ora nell’impressionismo figurativo di André Kohn, il pittore russo (classe 1972), che ha reso la pioggia e gli ombrelli i protagonisti di molte sue opere. Le opere di Kohn sono immediate – fruibili, avvolgenti. Donne, coppie e bambini che compiono gesti semplici, come camminare sotto la pioggia con un ombrello – come in questo dipinto. Gesti quotidiani  tradotti sulla tela con una tecnica piena ma leggera – anche se non mancano i contrasti cromatici. Figlio di una famiglia legata alle arti: la madre violinista e il padre linguista, scrittore e scultore – Kohn si è dedicato alla pittura fin da giovanissimo. A soli 15 anni fu scelto come apprendista negli atelier di artisti impressionisti Russi. Da li fino ad oggi la sua crescita e carriera artistica si è consolidata verso la definizione di un personale (ed elegante) stile impressionista/figurativo che lo ha portato ad essere un noto e apprezzato artista internazionale.

 

 

Rebecca Pedrazzi
Classe 1982, laureata in Storia e Critica dell’Arte presso l’Università degli Studi di Milano con la tesi “Il Mercato dell’Arte nel decennio 1998-2008”. Dopo la laurea viaggia in Europa e si trasferisce a Londra. Rientrata a Milano, la sua città natale, lavora come Art-Advisor e commerciale nel settore Luxory. Ha collaborato con diverse testate, online e cartacee, con articoli di approfondimento sull’arte. Dopo aver conseguito il patentino da giornalista pubblicista, fonda nel 2017 NotiziArte, website di notizie d’arte e cultura.

La campagna di indagini condotte sulla Fornarina, capolavoro di Raffaello

Sono stati presentati oggi, lunedì 21 settembre 2020, i risultati della campagna di indagini sulla Fornarina di Raffaello. Nel 28 - 29 - 30 gennaio, erano...

Libri antichi rubati: recuperati grazie al lavoro congiunto tra Comando TPC, Polizia nazionale romena...

Il 16 settembre 2020, la Polizia Nazionale romena ha recuperato numerosi libri antichi preziosi nella contea di Neamt. Questo intervento è frutto di un'articolata...

Il Brooklyn Museum di New York mette 12 opere in vendita all’asta di Christie’s

Il Brooklyn Museum di New York ha messo in vendita 12 opere all'asta di Christie's inclusi dipinti di Cranach, Courbet e Corot. Il ricavato...

La “Madonna col bambino” di Roberto Ferruzzi: storia della Maternità più popolare al Mondo

La "Madonna col bambino": un dipinto di successo Una delle “Madonna col bambino” più popolari e riprodotta al mondo nel Novecento è stata realizzata da un...

Un tesoro ritrovato: il ciclo di affreschi di Angelo Michele Colonna

Un tesoro ritrovato: il ciclo di affreschi di Angelo Michele Colonna già in Palazzo Niccolini a Firenze La Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per la...

Lettura di un’opera: I coniugi Arnolfini di Jan van Eyck

Considerato uno dei capolavori dell'artista fiammingo, "Ritratto dei Coniugi Arnolfini" è un dipinto olio su tavola (81,80×59,40 cm), realizzato da Jan Van Eyck nel...