Il Guercino. Opere da quadrerie e collezioni del Seicento al Forte di Bard

Fino al 30 giugno 2019, il Forte di Bard ospita la mostra “Il Guercino. Opere da quadrerie e collezioni del Seicento”: in esposizione si potranno ammirare una selezione di 50 opere del grande pittore centese, considerato uno dei massimi interpreti della pittura emiliana barocca.

Il Guercino: Maestro del ‘600 Barocco

Questa mostra, dedicata a uno dei più grandi interpreti della pittura barocca – Giovan Francesco Barbieri, detto il Guercino – rappresenta un’occasione imperdibile per poter ammirare un ricco corpus di opere del Maestro qui riunite insieme. In mostra troviamo una preziosa selezione di dipinti realizzati dal Guercino nel ‘600, commissionati dalla Chiesa, da nobili e regnanti. Un totale di 54 opere che permettono di ammirare e approfondire il percorso artistico di uno dei più grandi Maestri del Barocco Italiano. Dai dipinti a soggetto religioso a quelli a sfondo mitologico; dalle grandi opere a quelle di piccole dimensioni. Un percorso di visita che include sia le opere giovanili – sia le opere della sua maturità artistica caratterizzate da maggiore compostezza formale.

Il “Guercino privato”

In mostra troviamo, oltre i dipinti, un’importante serie di stampe realizzate da incisori  vicini al Guercino – come Giovanni Battista Pasqualini. Questi disegni rimasero per la gran parte nel suo studio e costituiscono un’accezione particolare del “Guercino privato”: sono opere che il Maestro custodiva personalmente, sia per utilizzarle per creazioni proprie o degli allievi all’interno della propria bottega. L’esposizione è organizzata dal Forte di Bard in collaborazione con il Polo Museale dell’Emilia Romagna e la Pinacoteca Nazionale di Bologna e curata da Elena Rossoni e Luisa Berretti. Infine segnaliamo due laboratori rivolti alle scuole incentrati sulla figura del pittore.

Didattica
A compendio della visita in mostra sono stati ideati due laboratori rivolti alle scuole.

Come un pittore
Scuola dell’infanzia e primaria (I e II)
Guidati dall’operatore, i bambini imparano a mescolare i colori per completare il loro quadro, ispirato a uno dei dipinti del Guercino. In mostra, attraverso il suo ritratto, i bambini fanno la conoscenza del pittore e degli strumenti che servono per dipingere. La visita prosegue alla scoperta delle opere del Guercino, soffermandosi sui colori utilizzati dall’artista e sui personaggi e gli oggetti presenti nei quadri.

Che mito
Scuola primaria (III, IV e V) e secondaria I grado
Dopo una necessaria introduzione sulla figura del Guercino, la visita si concentra in particolare sulle opere a soggetto mitologico presenti in mostra: l’osservazione dei dipinti è il punto di partenza per la narrazione delle storie e delle imprese di dei ed eroi. Nella fase di laboratorio, prendendo come punto di partenza una delle opere viste, i ragazzi saranno invitati a sviluppare il racconto per mezzo del disegno.

Informazioni Utili

Il Guercino. Opere da quadrerie e collezioni del Seicento
Forte di Bard. Valle d’Aosta
5 aprile – 30 giugno 2019

Organizzazione
Associazione Forte di Bard

In collaborazione con
Polo Museale dell’Emilia Romagna – Pinacoteca Nazionale di Bologna

Curatela
Elena Rossoni, direttore, Pinacoteca Nazionale di Bologna
Luisa Berretti, storico dell’arte

Orari
Feriali 10.00 | 18.00
Sabato, domenica e festivi 10.00 | 19.00
Lunedì chiuso
Aperture straordinarie
Lunedì 29 aprile (Ponte Primo Maggio) 10.00 | 18.00

Tariffe
Intero 10,00 euro
Ridotto 8,00 euro
Scuole 5,00 euro
Cumulativo con la mostra Wildlife Photographer of the Year
Intero 15,00 – Ridotto 12,00

Informazioni al pubblico
Associazione Forte di Bard
T. + 39 0125 833811 | info@fortedibard.it | www.fortedibard.it

Photo Credit copertina: «San Girolamo», Guercino, Pinacoteca Nazionale di Bologna

I capolavori della Collezione Luigi e Peppino Agrati in mostra alle Gallerie d’Italia

Da mercoledì 16 maggio a domenica 19 agosto, le sale delle Gallerie d’Italia – Piazza Scala a Milano - ospitano le opere della collezione Luigi...

Le 5 biblioteche più grandi al Mondo

Nel decennio dei Social, dei Computer, degli e-book, la Biblioteca rappresenta un luogo di riferimento per gli amanti della carta stampata, uno scrigno del...

DA ARTEMISIA A HACKERT. Storia di un antiquario collezionista alla Reggia

Reggia di Caserta. Dal 13 settembre 2019 al 13 gennaio 2020 nella Sala degli Alabardieri, nella Sala delle Guardie del Corpo e nelle Retrostanze...

Alla Scoperta del Parco di Villa Durazzo Pallavicini a Pegli

Uno dei Parchi più belli d'Italia: ecco il Parco di Villa Durazzo Pallavicini in Liguria con un percorso di visita diviso in atti -...

Una mostra per scoprire il ruolo del cane nell’Arte: “Cani in posa. Dall’antichità ad...

Dal 20 ottobre 2018 al 10 febbraio 2019 le Sale delle Arti della Reggia di Venaria di Torino ospitano una mostra davvero interessante: “Cani...

Il castello di Mothe Chandeniers: una storia di grandi fasti, abbandono e crowdfounding

Il castello di Mothe Chandeniers si trova in Francia nei pressi della città di Les Trois-Moutiers, nella regione della Nuova Aquitania. Nel corso della sua storia,...