viral human

Immaginatevi di viaggiare nel tempo e nello spazio, parallelamente tra due epoche storiche: la Venezia tardorinascimentale assediata dalla peste e la Venezia di oggi che lotta contro il Covid. Artisti e musicisti, schierati come un esercito in difesa della città e della vita, vi accompagnano in una sorta di caccia al tesoro fra ponti e calli, facendovi scoprire opere d’arte e installazioni che dialogano al contempo col presente e il passato. Si sviluppa così Viral Human, un’installazione multimediale diffusa virtualmente tra le isole di Venezia che grazie a una app guiderà i visitatori in un’esperienza immersiva e interattiva tra tutte le opere esposte. Ma come partecipare?

Il concorso

Il concorso si propone di indagare il rapporto fra arte pubblica e metaverso sfruttando la realtà immersiva, generando in tal modo una mobilitazione digitale dell’arte e della musica contemporanea e un’integrazione dei codici espressivi distribuiti nel contesto globale. Il bando di partecipazione permetterà, infatti, agli artisti selezionati dei macrosettori arti visive e musica contemporanea di esibire virtualmente la propria opera all’interno del progetto artistico Viral Human, ideato dall’artista multimediale Sara Grilli.

viral human

Viral Human, il bando

Il bando di concorso per partecipare a Viral Human, arte pubblica e metaverso è aperto fino al 30 aprile 2023. Gli artisti selezionati potranno esporre virtualmente la propria opera in un luogo della città di Venezia a loro scelta, divenendo parte di un’esposizione collettiva internazionale, che avrà inizio il 17 luglio e si chiuderà il 2 novembre 2023. Al termine dell’esposizione artistica, una giuria composta da membri del settore, tra i quali il noto artista Fabrizio Plessi, il direttore dell’Accademia di belle arti di Venezia Riccardo Caldura e il compositore e direttore d’orchestra Carlo Boccadoro, conferirà ai primi tre artisti classificati delle sezioni arti visive e musica contemporanea i premi finali, consultabili, insieme a tutti gli altri dettagli, nel bando di partecipazione.

Il bando è realizzato e promosso da MiRNArte, azienda di produzione e sviluppo di progetti di arte contemporanea, in collaborazione con Creative Motion, studio di produzione multimediale che realizza documentari e progetti digitali innovativi, entrambe con sede a Pescara.

Il tema

“Immaginatevi la Venezia del 1500 sulla mappa di Jacopo de Barbari. Ora immaginatevi la stessa mappa visibile dallo schermo del vostro smartphone e segnata misteriosamente da puntine. Alcuni luoghi sono evidenziati per mostrare un percorso, una caccia al tesoro fra i ponti, le calli, e i campi di una Venezia tardorinascimentale. Immaginatevi che tra quei luoghi segreti si nasconda un esercito schierato in difesa della città come metafora della vita. Scegliete voi per cosa volete combattere e come volete combattere: il tema del bando è libero.

viral human
Mappa di Venezia del cinquecento, Jacopo De Barbari

Ricordate la prima parola d’ordine: Viral. Espandersi, spargersi, divulgare, diffondere, contaminare. Azioni pensate per artisti e musicisti antesignani del nostro tempo, esploratori dell’arte 4.0, complici e assertori del cambiamento. La seconda parola d’ordine è Human e sancisce che nel mondo, a rendere l’uomo unico e allo stesso tempo prossimo, è il modo singolare e comune di sentire l’esistenza, di fronte alla quale non esiste etnia, continente, passato o presente. Il genere umano risponde alla vita in modo ciclico e universale.”

viral human

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui