Save the date per gli amanti della scultura e dell’arte contemporanea: torna la fiera “Milano Scultura“: appuntamento il 12, 13 e 14 novembre 2021 al Parco Esposizioni di Novegro

milano scultura
Alice Zanin, Céladon #2, 2016, cartapesta, filo, spray, acrilico, resina, plexiglass, cm 40 x 48 x 40

“Milano Scultura”

È giunta alla sua quinta edizione “Milano Scultura”, la fiera tematica dedicata alle arti plastiche, unica in Italia che avrà luogo presso il Parco Esposizioni di Novegro, alle porte di Milano. “Milano Scultura” raccoglie circa venticinque tra gallerie e artisti che dal 12 al 14 novembre 2021 esporranno opere scultoree: da quelle tridimensionali realizzate nei materiali classici come il marmo i il bronzo alle installazioni in materiali di recupero; e ancora: opere multimediali e monumentali. La scultura è qui protagonista nella sua più larga accezione, come “tecnica aperta” tra tradizione ed innovazione.

milano mostre
Alessandro Pongan, Prono FLUX, 2019, nylon, stampa 3D

Dal marmo al digitale

Ideata da Ilaria Centola e curata da Valerio Dehò, la fiera si pone come occasione sia per il collezionista sia per l’amante della scultura he vuole esplorare le ultime tendenze: “Molti anni fa abbiamo avuto l’idea – spiega il curatore – di una fiera tematica dedicata non solo a un linguaggio storico dell’arte, ma anche alle sue estreme propaggini nel mondo della smaterializzazione digitale. Senza confini e senza codici, parlare oggi di scultura vuol dire spaziare in una gamma di proposte e di immagini molto diverse tra loro”.

“Milano Scultura” si distingue nel panorama delle fiere d’arte italiane oltre che per la sua formula non generalista, anche per la proposta espositiva che trasforma il tradizionale schema fieristico, organizzato per stand, in uno spazio più fluido in cui convivono gallerie, istituzioni, laboratori e artisti selezionati con attenzione curatoriale.

mostre milano
Tania Font, In Decostrunction XV, 2021, cemento, ferro, silicati. ceramica e carta, cm 68x59x39

“Limited” e “Circus”

Gli Artisti partecipano direttamente con un proprio progetto, una proposta dedicata che viene armonizzata nell’allestimento generale identificata con il nome di “Limited”.
La nuova sezione “Circus” si articola invece come una mostra nella mostra focalizzata sulle opere di grandi dimensioni. Anche quest’anno si rinnova la stretta collaborazione con le scuole e, in particolare, con l’Accademia di Brera che sin dalla prima edizione ha contribuito con la partecipazione dei suoi studenti. La fiera è accompagnata da un catalogo edito da Milano Scultura, con un testo del curatore Valerio Dehò.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui