XXXI edizione, 2020-2021 – Güllüdere e Kizilçukur: la Valle delle Rose e la Valle Rossa in Cappadocia

Il Premio Internazionale Carlo Scarpa per il Giardino

Siamo giunti alla trentunesima edizione del Premio Internazionale Carlo Scarpa per il Giardino e quest’anno il luogo vincitore si trova nella splendida Cappadocia. Si tratta di due valli contigue scavate nella roccia vulcanica: la Valle delle Rose e la Valle Rossa. A queste due valli – che in lingua turca si chiamano Güllüdere e Kizilçukur – il Comitato scientifico della Fondazione Benetton Studi Ricerche dedica quest’edizione.

Chiesa dello stilita Niceta in Valle Rossa. Archivio fotografico della Missione di studi dell'Università della Tuscia in Cappadocia 2006-2019
Chiesa dello stilita Niceta in Valle Rossa. Archivio fotografico della Missione di studi dell’Università della Tuscia in Cappadocia 2006-2019

La Cappadocia


Nel mezzo della penisola anatolica, tra il Mediterraneo e il Mar Nero, si estende la regione della Cappadocia, con i suoi altipiani circondata da imponenti vulcani. Un suolo arido, un clima difficile. Ed in questo scenario talvolta ancestrale – troviamo le due suggestive valli: la Valle delle Rose e la Valle Rossa. Luoghi in continuo mutamento – tra l’abbandono del paesaggio tradizionale e l’avvento del turismo di massa. Qui un team di lavoro italiano opera per cercare e recuperare preziosi cicli di affreschi nascosti nelle vecchie chiese rupestri.

Il Comitato scientifico della Fondazione Benetton Studi Ricerche ha deciso di affidare il “sigillo” disegnato da Carlo Scarpa, simbolo della trentunesima edizione del Premio, alla storica dell’arte Maria Andaloro. A questa donna va il merito di aver coordinato (e ideato) la missione di ricerca che dal 2006 coordina un lavoro tra Italia e Cappadocia.

Chiesa di San Giovanni Gullu Dere, in Valle delle RoseArchivio fotografico della Missione di studi dell’Università della Tuscia in Cappadocia 2006-2019

Il Premio Carlo Scarpa

Il Premio Internazionale Carlo Scarpa per il Giardino – porta questo nome in onore di Carlo Scarpa (1906-1978), architetto e inventore di giardini. Questo Premio nasce nel 1990 e la Fondazione Benetton Studi Ricerche ogni anno sceglie un luogo del mondo che porti e rappresenti i valori di natura, della memoria e di invenzione. La campagna del Premio Carlo Scarpa comprende quindi una serie di attività utili per la conoscenza, la salvaguardia e la valorizzazione del luogo designato. Infine una pubblicazione di un libro e l’organizzazione di una mostra racconteranno al grande pubblico il luogo vincitore del Premio.

Il primo appuntamento pubblico del Premio Carlo Scarpa di questa edizione 2020-2021 è per sabato 24 ottobre 2020, con l’inaugurazione della mostra Cappadocia. Il paesaggio nel grembo della roccia, a cura di Patrizia Boschiero e Luigi Latini a Treviso,  nell’antica Chiesa di Santa Maria Nova , Ca’ Scarpa. La mostra sarà aperta al pubblico fino al 10 gennaio 2021. Le attività del Premio Carlo Scarpa sono coordinate da Patrizia Boschiero e da Luigi Latini.

La Valle delle Rose (Güllüdere), piccionaie. Fotografia di Marco Zanin per Fondazione Benetton Studi Ricerche

Iniziativa culturale con il patrocinio di: UNISCAPE, Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo, Regione del Veneto e Città di Treviso. Info: www.fbsr.it

Photo Credit Copertina: La Valle Rossa (Kızılçukur) vista dall’altopiano. Fotografia di Marco Zanin per Fondazione Benetton Studi Ricerche

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui