Il Museo di San Marco a Firenze: la riapertura martedì 30 giugno

0
470
Firenze - Museo di San Marco Beato Angelico, Annunciazione, 1440 - 50

Il Museo di San Marco a Firenze riapre le sue porte a visitatori e turisti da martedì 30 giugno. Continua la riapertura graduale dei 49 musei statali della Direzione regionale musei della Toscana. Tutti i musei stanno ovviamente seguendo tutte le linee guida per rispettare le norme di sicurezza previste sia per i visitatori sia per il personale – secondo le indicazioni del Comitato tecnico scientifico nazionale e della Direzione Generale Musei del Mibact.

Firenze – Museo di San Marco Beato Angelico, Annunciazione, 1440 – 50

Il Museo di San Marco e i restauri

Il Museo di San Marco è situato nella parte antica del convento che Michelozzo, l’architetto dei Medici, che realizzò su indicazione di Cosimo il Vecchio. Questo meraviglioso luogo d’Arte è la cornice di alcune opere di Beato Angelico – in particolare del prezioso ciclo di affreschi delle celle e della Annunciazione – capolavoro della Storia dell’Arte. Finito il lockdown sono ripartiti i restauri precedentemente programmati in occasione dei 150 anni dalla sua istituzione.  La Pala di Bosco ai Frati del Beato Angelico è stata già portata nel laboratorio di restauro ed è subito iniziato il riallestimento della Sala dell’Ospizio. Questi due interventi sono sostenuti dalla Fondazione Friends of Florence che riconferma la collaborazione con la Direzione regionale musei della Toscana, diretta da Stefano Casciu. Le sale dell’Ospizio, del Refettorio grande e una parte del chiostro di Sant’Antonino sono ora chiuse al pubblico.

Il percorso espositivo

Prossimamente, con il nuovo allestimento – ora in corso d’opera – troveremo una serie di pannelli informativi – progettati dallo studio De Vita – Schulze. Il percorso espositivo ci porterà alla scoperta della maggior parte degli spazi del Convento. Punto focale della visita è sicuramente l’affresco dell’Annunciazione di Beato Angelico – icona e protagonista indiscussa del museo. L’opera è ubicata alla fine della prima rampa di scale che conduce alle 43 celle affrescate – un ciclo di affreschi tra i più famosi del Rinascimento fiorentino.

Nell’ottobre 2019, due celle hanno ospitato un’installazione di arte contemporanea con un’opera di Wolfgang Laib, parte della mostra Without Time, Without Place, Without Body.  Il percorso di visita continua con la magnifica architettura della Biblioteca – progettata da Michelozzo – come una basilica a tre navate che racchiude una serie di preziosi codici miniati per poi concludersi con il Refettorio piccolo, affrescato con l’Ultima cena del Ghirlandaio.

Museo di San Marco
Piazza San Marco, 3 50121 Firenze Tel.055 0882000

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui