Palazzo Strozzi racconta la mostra Olafur Eliasson in LIS- Lingua dei Segni Italiana

0
987

In occasione della mostra Olafur Eliasson: Nel tuo tempo, la Fondazione Palazzo Strozzi è lieta di ufficializzare la collaborazione con ENS – Ente Nazionale Sordi di Firenze.

Era il 24 agosto 2022 quando l’ICOM ha approvato la nuova definizione di museo introducendo due parole realmente importanti accessible and inclusive“. Nell’ottica dello sviluppo di musei sempre più inclusivi, Palazzo Strozzi racconta la grande mostra dedicata al Olafur Eliasson in LIS- Lingua dei Segni Italiana.

La Fondazione Palazzo Strozzi si impegna da sempre a creare eventi, esposizioni e attività culturali inclusive e accessibili a tutti i suoi visitatori, proponendosi come un luogo sociale e d’incontro per consentire al maggior numero di persone di vivere le mostre partecipando attivamente. Ogni attività mira a trasformare l’incontro con l’arte in un’occasione in cui le potenzialità espressive di ogni partecipante sono valorizzate e dove ognuno può sentirsi coinvolto nell’esperienza e nella vita culturale della città.

Oltre ai progetti di accessibilità, che la Fondazione porta avanti da tanti anni, come A più voci, Sfumature, Connessioni, Corpo Libero, grazie alla collaborazione con ENS di Firenze, Palazzo Strozzi propone una nuova modalità di visita dedicata alle persone sorde rendendo così l’esperienza piacevole e completa.

La mostra Olafur Eliasson in LIS

Venerdì 4 novembre (alle ore 18) e sabato 3 dicembre (alle ore 10), sono in programma le prime due visite alla mostra Olafur Eliasson: Nel tuo tempo, in Lingua dei Segni Italiana. I partecipanti vengono accompagnati da un educatore museale di Palazzo Strozzi affiancato da un interprete LIS, in un percorso guidato ricco di spunti e di suggestioni, nelle sale del Piano Nobile, per scoprire l’arte di questo visionario artista. La visita ha una durata di un’ora e trenta. Entrambe le attività sono prenotabili dal sito di Palazzo Strozzi (www.palazzostrozzi.org) e sono completamente gratuite.

Dal 2021 la Lingua dei Segni Italiana ha finalmente ricevuto il riconoscimento ufficiale e anche l’Italia ha riconosciuto la propria lingua dei segni. Già da questo momento tra la Fondazione Palazzo Strozzi e ENS Firenze si era avviato un dialogo e la mostra Olafur Eliasson: Nel tuo tempo, è l’occasione giusta per ufficializzare questa collaborazione perchè l’arte può essere un modo per rompere l’isolamento, aprire nuove possibilità di comunicazione e nuove occasioni di relazione.