Mapping the NFT Revolution: l’installazione immersiva di Mauro Martino al MEET di Milano

0
747
Mapping the NFT Revolution Mauro Martino

Mapping the NFT Revolution di Mauro Martino

OPENING – 6 Settembre – Fino al 29 settembre. MEET Digital Culture Center | Fondazione Cariplo

Milano. Dal 6 settembre al 29 settembre 2022, il MEET Digital Culture Center ospita l’opera immersiva site-specific “Mapping the NFT Revolution” di Mauro Martino: un’occasione unica per ammirare uno straordinario quanto affascinante lavoro che ci porta alla scoperta della dimensione del mondo degli NFT attraverso un’inedita prospettiva di approfondimento e rappresentazione.

Mauro Martino, tra Arte e IA

Mauro Martino è Principal Research Scientist presso il MIT-IBM Watson AI Lab (Cambridge, MA, USA), dove ha fondato e dirige il Visual Artificial Intelligence Lab. Artista e scienziato, Martino ci accompagna attraverso le sue opere, in una dimensione di dati e poesia delle immagini, realizzata con l’uso delle ultimissime tecnologie. Martino utilizza l’IA in modo innovativo, è un pioniere nel campo della AI Art e si muove tra Big Data e reti neurali artificiali; alla base della sua ricerca troviamo sempre una straordinaria sinergia tra i valori della conoscenza dello scienziato uniti alla ricerca della bellezza e che si traducono in una nuova rappresentazione stilistica. É il suo “David”, una scultura che Mauro Martino ha realizzato con l’uso dell’Intelligenza Artificiale che, nella sua essenzialità, ci mostra l’equilibrio tra la sperimentazione tecnologica e i canoni della bellezza classica, quegli elementi essenziali di una struttura simbolo di perfezione. Il suo precedente lavoro “Strolling Cities – Visual Poetry generated by Artificial Intelligence – è stato esposto alla XVII Biennale d’Architettura a Venezia ed ha riscontrato un grande successo: le associazioni visive ed emozionali – tra semiotica e IA – ci hanno trasportato in una dimensione onirica in cui le protagoniste erano nostre città italiane.

Mapping the NFT Revolution

Il primo – realmente interessante – lavoro di analisi del mercato degli NFT dal titolo: “Mapping the NFT revolution: market trends, trade networks, and visual features” è stato pubblicato nel 2021. Alla base di questa ricerca: un set di dati di 4,7 milioni di NFT scambiati da oltre 500.000 acquirenti e venditori tra il 23 giugno 2017 e il 27 aprile 2021. Qui sotto link alla pubblicazione completa.

Nadini, M., Alessandretti, L., Di Giacinto, F. et al. Mapping the NFT revolution: market trends, trade networks, and visual features. Sci Rep 11, 20902 (2021). https://doi.org/10.1038/s41598-021-00053-8

Qui il video realizzato che racconta “Mapping the NFT revolution: market trends, trade networks, and visual features”:

Mapping the NFT Revolution @ MEET – Milano

“Mapping the NFT revolution” è una ricerca innovativa – che ha riscontrato un grande successo a livello internazionale. Ora al MEET – si potrà ammirare l’opera site-specific – realizzata appositamente per l’immersive room del museo. Si tratta di un’installazione (appunto immersiva) che ci racconterà il lavoro di studio e analisi condotto con rigore scientifico (e l’uso di IA) attraverso una visualizzazione tra poetica e creatività artistica. Uno dei Leitmotiv della produzione e dei lavori di Mauro Martino è proprio la capacità di saper coniugare le valenze scientifiche delle sue ricerche con le valenze estetiche e creative. Esperto di intelligenza artificiale e di visualizzazione dei dati, pioniere della AI Art, Martino utilizza gli algoritmi per investigare l’intero mercato degli NFT ed il risultato è un’affascinate e coinvolgente racconto – la poetica dei dati.

Con ben 10 milioni di NFTs, decine di milioni di contrattazioni nel mercato dell’arte analizzate, centinaia di blockchain esaminate, Mapping the NFT Revolution è l’esplorazione più estensiva condotta fino ad oggi su questo mondo.

Beeple, Everydays- The First 5000 Days, sold at Christie’s.
Beeple, Everydays- The First 5000 Days, sold at Christie’s.

La parola a Maria Grazia Mattei, Fondatrice e Presidente di MEET

Mauro Martino ha raccolto dati e li ha analizzati ed elaborati fin dal tempo in cui sono nati i primi NFT. Un anno fa ha pubblicato il primo report sugli NFT (su come li usano i Musei, le gallerie, le implicazioni che hanno sulle relazioni, sul mondo culturale ed economico) e si accinge a prepararne un secondo di livello internazionale. Nuovi layout e tecniche di visualizzazione dei dati sono stati creati appositamente per questa installazione. L’autore si cimenta a Milano in un’esperienza immersiva capace di rivelare sia l’aspetto quantitativo e analitico dei dati raccolti, sia la loro dimensione qualitativa e poetica. Il risultato finale è un “data-film” emozionante, fatto solo con dati e modelli di intelligenza artificiale. Un mondo tutt’altro che in crisi quello degli NFT, un mondo globale, interconnesso e sfumato: per la prima volta ci renderemo conto della vera portata di questo fenomeno entrando nell’opera immersiva di Martino.  
Un mondo NFT per l’arte così non lo avete mai visto: effervescente, dinamico e in continua evoluzione! Un mondo che produce e produrrà cambiamenti importanti nel mondo dell’arte dal punto di vista culturale ed economico”

Meet the Media Guru The Artist | Mauro Martino

Il museo MEET prosegue la sua sempre attuale attività di Educational con il pubblico con l’ormai atteso appuntamento “Meet The Media Guru”, il celebre format di incontri con i protagonisti della scena internazionale dell’innovazione e della cultura digitale, ideati dall’attuale Direttrice del museo MEET, Maria Grazia Mattei. Sarà proprio Mauro Martino il primo ospite della nuova stagione di Meet the Media Guru The Artist. Martino racconterà la sua esperienza di artista ed esploratore che ha creato nuovi linguaggi d’espressione fino ad arrivare alla realizzazione di opere materiche, come il suo David. Ci apre le porte sul nuovo modo di operare e creare opere d’arte partendo dall’Intelligenza Artificiale.

Mauro Martino, David, 2018, generato da una pix2pix GAN modificata, Vox2Vox, in grado di convertire tra loro diverse rappresentazioni 3D di un oggetto 3D. Courtesy Mauro Martino.
Mauro Martino, David, 2018, generato da una pix2pix GAN modificata, Vox2Vox, in grado di convertire tra loro diverse rappresentazioni 3D di un oggetto 3D. Courtesy Mauro Martino.

Who’s Who: Mauro Martino

Mauro Martino è Principal Research Scientist presso il MIT-IBM Watson AI Lab (Cambridge, MA, USA), dove ha fondato e dirige il Visual Artificial Intelligence Lab. In precedenza è stato Assistant Research Professor presso la Northeastern University, lavorando con Albert-Laszlo Barabasi al Center for Complex Network Research e con David Lazer all’Institute for Quantitative Social Science (IQSS) dell’Università di Harvard.
Ha conseguito il dottorato di ricerca con una tesi in Urban Interaction Design all’interno del Senseable City Lab di Carlo Ratti (Massachusetts Institute of Technology) e del Politecnico di Milano.
Mauro Martino è titolare di diversi brevetti e coautore di oltre 40 pubblicazioni scientifiche. Ha creato visualizzazioni di dati per la BBC, Scientific American, The New York Times, The Washington Post, Süddeutsche Zeitung, Der Spiegel, Le Figaro, Corriere della Sera, National Geographic, Popular Science, Wired. Il suo lavoro è stato esposto in tutto il mondo in sedi quali la Biennale di Venezia, la Serpentine Gallery di Londra, il Ludwig Museum di Budapest, il GAFTA di San Francisco, il Lincoln Center di New York, lo ZKM | Center for Art and Media di Karlsruhe (Germania) e il suo lavoro fa parte della collezione permanente dell’Ars Electronica Center di Linz.
Martino ha partecipato a TEDx Cambridge (2012) e TEDx Lettonia (2016), le sue opere sono state pubblicate su riviste scientifiche come Nature, Science, PNAS e su libri di testo sull’arte dell’intelligenza artificiale e sulla visualizzazione dei dati: “Futuri possibili: Art scenarios and artificial intelligence” di Rebecca Pedrazzi, “Data Visualization” di Andy Kirk, “The Truthful Art” di Alberto Cairo, “The Best American Infographics” edizioni 2015 e 2016.
È un designer pluripremiato i cui progetti hanno ricevuto la medaglia d’oro al Vizzies Visualization Challenge 2017 della National Science Foundation, ha vinto più volte il Webby Award, l’Innovation by Design Award (di Fast Company), l’Information is Beautiful Award.
Il suo progetto artistico AIPortraits (2018/2019) è stata la prima applicazione generativa basata su GAN a diventare virale in tutto il mondo, con oltre 8 milioni di utenti unici al giorno. Nel 2018 ha presentato a NeurIPS la prima collezione di sculture generate con un modello GAN 3D di sua invenzione.
Mauro Martino è professore di pratica alla Northeastern University, dove insegna da diversi anni il corso di Intelligenza artificiale per la creatività e il design.
Ogni anno tiene workshop e conferenze su IA e creatività in varie università, tra cui il MIT e l’Università di Harvard.

v
mauro martino

MEET, Milano

MEET è il centro internazionale per l’Arte e la Cultura Digitale di Milano. Nato con il supporto di Fondazione Cariplo, vuole contribuire a colmare il divario digitale italiano nella convinzione che l’innovazione sia un fatto culturale, prima ancora che tecnologico. Oltre al ciclo di incontri Meet the Media Guru con i protagonisti dell’innovazione mondiale, MEET promuove programmi di cross-fertilizzazione fra creativi digitali ed imprese, azioni e percorsi dedicati all’innovazione per la cultura, progetti espositivi ed allestimenti site-specific per istituzioni italiane ed internazionali. Uno spazio di 1500mq che Carlo Ratti Associati ha reinterpretato a partire dal concept del centro di cultura digitale lavorando sull’idea di fluidità, interconnessione e partecipazione. Main partner di MEET è Intesa Sanpaolo. Sono partner del centro di cultura digitale Artemide, ETT SpA, Mediatrade e George Brown College di Toronto.

Informazioni utili:

OPENING
Mapping the NFT Revolution
di Mauro Martino, USA
Martedì 6 settembre, ore 18.30
Ingresso libero, previa registrazione

Meet the Media Guru The Artist | Mauro Martino
Martedì 13 settembre, ore 19.00
Ingresso libero, previa registrazione

​​​​