L'inganno dell'uomo vitruviano. L'algoritmo della divina proporzione

L’ inganno dell’Uomo Vitruviano. L’algoritmo della divina proporzione è un libro – pubblicato da Giunti Editore – che raccoglie le ultime e innovative scoperte realizzate dallo storico dell’arte Roberto Concas: dall’individuazione di un algoritmo che ci porta verso una nuova teoria delle proporzioni ad una rivoluzionaria analisi del disegno di Leonardo.

Il libro: L’ inganno dell’uomo vitruviano. L’algoritmo della divina proporzione

Partito da uno studio sulle proporzioni dei rotabili sardo-aragonesi, ho sviluppato un’ipotesi intorno a un possibile “obbligo compositivo”, un segreto di bottega vigente fra gli artisti della cristianità tra il IV e il XVIII secolo”. Con queste parole lo storico dell’arte Roberto Concas ci invita a scoprire i risultati – straordinari e rivoluzionari – che ha ottenuto in anni di ricerche, svelandoci teorie concrete sulle proporzioni e nuove interessanti scoperte sull’Uomo Vitruviano di Leonardo. Roberto Concas ci illustra una sua prima scoperta: un algoritmo applicabile alle opere d’arte occidentali realizzate tra il IV e il XVIII secolo. Un algoritmo che è frutto di analisi aritmetiche e ci rivela uno studio di proporzioni all’interno della struttura compositiva dell’opera. Parliamo di una antica formula aritmetica e geometrica impiegata per realizzare ogni tipo di opera e tramandata da bottega a bottega nel corso dei secoli.

Si rimane affascinati nelle prima pagine di questo libro, dalla dimostrazione di come questo algoritmo possa rilevare una specifica ripartizione nelle proporzioni e di come sia applicabile alle opere d’arte con una serie di esempi reali su dipinti e strutture architettoniche. Ma il bello deve ancora venire. Gli studi presentati nella prima parte del libro già rappresentano una approfondita ricerca di per se realmente affascinante. Ma Roberto Concas ci stupisce con le sue ricerche e ci porta a scoprire l’enigma Leonardesco.

Nella seconda parte del libro, Roberto Concas ci mostra i risultati delle sue ricerche sull’Uomo Vitruviano:ci svela gli enigmi di un “inganno” realizzato da Leonardo da Vinci e rimasto nascosto a tutti per cinque secoli. Rimaniamo senza parole vedendo come lo storico dell’Arte abbia applicato la doppia spirale e l’algoritmo (che ci ha precedentemente illustrato) a questo disegno. E ancora: ci racconta la presenza di due figure (un uomo maturo e uno più giovane) nel disegno e le diversità tra la parte destra e sinistra. Queste inedite scoperte vengono infine approfondite in relazione al tema del dogma trinitario, fulcro della religione cristiana.

libri arte
L’ inganno dell’uomo vitruviano. L’algoritmo della divina proporzione

L’Autore: Roberto Concas

Roberto Concas è uno storico dell’arte e progettista di sistemi museali e territoriali. Fino al 2018 ha ricoperto la carica di Direttore del Museo Archeologico Nazionale di Cagliari del MiBACT. Vanta una trentennale esperienza in progetti complessi di valorizzazione, gestione, progettazione nei beni culturali e nei musei, che affianca agli studi sulla Semiotica dell’Arte. Dagli anni Ottanta ha progettato e collaborato all’ideazione e realizzazione di innumerevoli mostre e pubblicazioni. É autore del volume “Manuale Metodologico per Progettare un Museo”.

Il nostro commento

Le scoperte presentate in questo libro – frutto di 30 anni di ricerca dello Storico dell’Arte Roberto Concas – rappresentano un grande contributo alla Storia dell’Arte. Leggendo, pagina dopo pagina, si rimane a bocca aperta fronte alla presentazione di come funzioni questo algoritmo e delle nuove interpretazioni e considerazioni – sull’Uomo Vitruviano che offrono al lettore la possibilità di apprendere e comprendere un “segreto” celato per secoli. Si resta affascinati con il desiderio di leggere questo libro tutto d’un fiato. Un libro per tutti gli amanti dell’Arte – e degli enigmi svelati.

L'inganno dell'uomo vitruviano. L'algoritmo della divina proporzione
L’inganno dell’uomo vitruviano. L’algoritmo della divina proporzione

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui